La gemella H vince il Premio Volponi

novembre 30, 2014

La scrittura di Giorgio Falco è dominata dall’ossessione del presente e della concretezza psichica e storica degli oggetti: in ciò si può riconoscere un tratto indirettamente volponiano. Nel transito dalla Germania all’Italia, dalla guerra alla pace, la famiglia di Hans incontra il miracolo del capitale e sperimenta la prosecuzione del trauma e del macello nazista in forme mascherate, occulte e interio- rizzate: ciò si dà soprattutto nella presenza visiva dei dettagli e degli oggetti.La letteratura assolve, in tal modo, e per via stilistica, una sua antica vocazione: straniare la superficie nota delle cose per rivelarne il sotto- suolo, smascherando la persistenza nell’inconscio degli europei di ciò che è avvenuto, definitivamente, nel cuore del Novecento.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: